LE CLASSIFICHE

IV Edizione

La classifica al termine della Fase Indoor servirà a determinare i 4 Istituti, tra tutti i partecipanti, che potranno accedere alla fase finale dell’Eticampionato 2018/2019, le cui finali si terranno a Roma nei giorni 18-19 Maggio 2019

La classifica della Fase Indoor, valida per l’accesso alla fase finale, sarà ottenuta dalla somma dei punteggi delle tre seguenti attività: 

1

Ethic – Quiz, col quale si valuterà il grado di preparazione riguardo alle nozioni base di etica, nonchè sui corretti comportamenti da tenere su un campo di gioco e fuori, ed infine su aspetti fondamentali per la salvaguardia del nostro ecosistema (max 15 punti)

2

Foto ‘Etica’ con claim sull’etica sportiva (max 5 punti)

3

(Facoltativo) “Etica & Sport a Scuola, per una Società sostenibile”. Il vostro progetto: attività che qualora completata permetterà a ciascun Istituto di ottenere un bonus di punteggio (max 5 punti)

Le prove svolte saranno valutate dallo Staff MECS, che attribuirà un punteggio ad ogni attività.

La sommatoria tra i punteggi delle tre attività sopracitate porterà dunque a decretare le quattro finaliste per la fase finale dell’Eticampionato 2018/2019, un torneo di calcio a cinque che si svolgerà a Roma il 18 e 19 Maggio 2019, presso il Centro di Preparazione Olimpica dell’Acqua Acetosa “Giulio Onesti”.

Le squadre partecipanti dovranno essere formate da 5 + 3 giocatori (6 ragazzi e 2 ragazze), tra titolari e riserve, tra i quali è condizione necessaria la presenza di almeno una ragazza in campo.

CONCLUSIONI

In questo periodo di forti cambiamenti socio-culturali, il nostro Paese vuole ripartire dall’essenza del valore dell’Etica, intesa come principio morale per una crescita sociale.

cardini etici su cui poggia lo sport sono la lealtà, l’equità, l’amicizia, la tolleranza, il rispetto dei compagni, delle regole e degli avversari. L’educazione, attraverso le attività sportive, ha quindi un valore di grande importanza, che va preservata e sviluppata.

Lo sport s’inserisce all’interno di questo discorso poiché negli ultimi anni, a seguito di profonde trasformazioni, da semplice fenomeno di aggregazione sociale è diventato un fulcro della vita quotidiana, cambiando il suo ruolo nella società contemporanea.

In questo scenario la realizzazione di progetti educativi, che fanno della cultura il vero “cavallo” vincente, devono tracciare una linea da seguire, un percorso etico che riesca a spostare l’asse della formazione dalla quantità alla qualità.

Pertanto il progetto “I Semi dell’Etica”, grazie all’impegno profuso dagli enti promotori e organizzatori e dai partner coinvolti, vuole riconoscere lo sport, non come mero spettacolo, ma come strumento di educazione e come occasione di crescita autentica e completa affinché diventi una palestra, oltre che di talento atletico, anche di valori e di esercizio di virtù.